martedì 23 ottobre 2012

L'arte della Mesopotamia tra origini e curiosità di una grande civiltà del vicino Oriente


Durante il lungo periodo storico che va dalla fine del IV millennio sino a buona parte del I millennio a.C., quindi parliamo dell'inizio di quasi cinquemila anni or sono nascono due nuove civiltà nel vicino Oriente che attraverso i secoli e i grandi cambiamenti portati per lo sviluppo sociale e politico diventeranno tra le più importanti e floride civiltà della storia. Queste due grandi popoli sono quelli dell'antico Egitto e delle civiltà della Mesopotamia, definite anche le Civiltà dei grandi fiumi per la loro posizione geografica. Infatti queste due civiltà sono nate e si sono sviluppate soprattutto grazie alle numerose risorse che importanti fiumi hanno dato a loro, il Nilo per gli antichi Egizi e il Tigri e l'Eufrate per la civiltà Mesopotamica.

La Mesopotamia con le sue civiltà, l'arte e le scoperte.

Il nome di Mesopotamia significa letteralmente “terra in mezzo ai fiumi”, appunto i fiumi Tigri e Eufrate e l'antico territorio che vi sta in mezzo era diviso dagli storici in Alta Mesopotamia, Media Mesopotamia e Bassa Mesopotamia. Esso è una vasta regione con una grande pianura ricca e fertile che oggi possiamo riconoscere nell'attuale Iraq e la sua capitale Baghdad, una terra ricca di fascino e di importanti reperti e rovine archeologiche che testimoniano l'importanza avuta dai vari popoli Mesopotamici che si sono succeduti nel tempo, popoli fieri e potenti come fu il primo, quello dei Sumeri ma anche gli Assiri, gli Accadi, i Babilonesi o i Persiani. Ognuno di questi popoli della Mesopotamia non si sono sovrapposti tra loro ma nascono nel corso del tempo e spesso anche in territori diversi della regione, ma tutti hanno lasciato un importante impronta nella storia che possiamo vedere nelle loro manifestazioni artistiche di cui fortunatamente numerose testimonianze sono arrivate sino ai nostri giorni. Nascono delle città-Stato importanti come Ur, Ninive, Babilonia, Ebla ed altre che erano considerate come il simbolo del centro del Cosmo sulla terra. Costruite e racchiuse da imponenti mura e divise da due assi ortogonali che venivano orientati ai punti cardinali, queste città sono state il centro di grandi scoperte, di grandi personaggi e di potenti re che attraverso la cultura e l'arte hanno saputo celebrare il loro grande potere e la forza della religione facendo realizzare meravigliosi arti figurative, statue o monumentali opere di architettura come grandi Palazzi dove collocavano grandiose statue chiamate Lamassù (trovate il link sotto) che servivano a proteggere dagli spiriti maligni. I Sovrani di queste civiltà erano intesi come degli intermediari tra i singoli uomini e gli dei. Un bellissimo esempio di questo è il celebre Codice di Hammurabi di cui vi è la leggenda che sia stato dettato direttamente dagli dei a questo sovrano. Durante la civiltà della Mesopotamia si sono fatte nuove scoperte sull'astronomia, sull'irrigazione e l'agricoltura e si è inventata la celebre scrittura cuneiforme.

Per quanto riguarda l'arte mesopotamica in generale anche se come detto si sono avvicendati nel tempo diversi popoli con usi e tradizioni diverse, alcuni elementi sono rimasti comuni a tutti. Possiamo comunque riassumere qui sotto le caratteristiche principali.

la produzione artistica è stata usata esclusivamente per celebrare il grande potere che detenevano soprattutto i re o altri nobili personaggi.

Visto che il re era anche il primo sacerdote della religione, l'arte era soprattutto legata a scopi sacri.

Tutta la produzione artistica era concentrata nelle grandi città che dominavano sulle campagne vicine.

Sia nell'arte figurativa che in scultura erano eseguiti dei modelli precisi e costanti, dove si vedeva il dominio di elementi uniformi e simmetrici aventi una disposizione ritmica nelle figure dei personaggi. Nella pittura si inizia a creare delle mattonelle fatte in ceramica smaltata attraverso le quali vengono composte delle bellissime scene sulle pareti dei Palazzi. Le varie linee di contorno sono incise in modo netto per poter accentuare il rigore delle forme espresse. I dipinti venivano realizzati in modo da esprimere la giusta gerarchia della società nei personaggi rappresentati, quindi con dimensioni maggiori per i sovrani e gli altri nobili.

L'arte dei Sumeri, degli Assiri e dei Persiani brevemente.

Come accennato il popolo dei Sumeri fu il primo a nascere e prosperare intorno al IV millennio a.C. stabilendosi nella parte Sud o Bassa della Mesopotamia. Furono i Sumeri che realizzarono le prime grandi città e furono sempre loro a inventare una delle prime forme di scrittura, quella chiamata cuneiforme. Nell'arte sumera un importante ruolo lo ebbe la scultura, la quale veniva realizzata sia in rilievi su pietre, basso e altorilievo e anche con la tecnica a tutto tondo. I colori venivano usati in arte grazie all'impiego di materiali come l'alabastro, il gesso, il rame o l'oro.

Nell'arte Assira le più importanti testimonianze ci arrivano dai rilievi narrativi, che venivano realizzati in pietra o in bronzo per celebrare il potere del Sovrano. Questi rilievi descrivono molto bene e con una forte espressività delle scene di battaglie, di caccia o di semplice vita quotidiana a corte. Costruirono anche le celebri Ziqqurat, grandi edifici adibiti al culto religioso di cui qualcuna è arrivata sino ai nostri giorni.

Per quanto riguarda l'arte dei Persiani, gli oggetti più importanti rinvenuti risalgono ad un periodo che va dal 559 al 330 a.C. Che riguarda la Dinastia degli Achemenidi che riuscirono a riunire l'Impero dal fiume Indo sino al Nilo. Utilizzarono artisti e artigiani di differenti culture che fecero iniziare un arte originale e molto raffinata. Alcuni Palazzi Persiani per esempio venivano ornati e decorati da bellissimi bassorilievi che rappresentavano processioni di dignitari e soldati che omaggiano il re. Alcune di queste decorazioni erano realizzate con delle mattonelle smaltate dai diversi colori come possiamo vedere nel particolare in alto del Fregio degli arcieri che faceva parte del Palazzo di Dario nella città di Persepoli.

Forse Vi potranno interessare anche altri articoli relativi ad alcune importanti testimonianze dell'arte Mesopotamica, sempre su questo sito cliccando i link sotto.

Le Ziqqurat costruzioni sacre.


Nessun commento:

Posta un commento

Un SALUTO e un GRAZIE a tutti i lettori per i graditi commenti di saluto e per quelli che aggiungono nuove informazioni sugli argomenti dell'arte letti su questo sito. I commenti sono moderati